In offerta!

La matematica come strumento critico • 41

Riflessioni su didattica, storia, letteratura, arte, magia e religioni

 22.00  20.00 IVA assolta

Collana: Complementi di matematica per l’indirizzo didattico • Volume 41

Autori: Bruno D'Amore
2021, 240 pagine, formato 17x24, edizione 1
ISBN: 88-371-2133-4
COD: 2133
Argomento: Didattica della Matematica
Collana: Complementi di Matematica per l'indirizzo didattico

Descrizione

Questo libro raccoglie articoli già pubblicati (ma non molto diffusi) e testi inediti su temi di didattica della matematica, arte figurativa, storia della matematica, letteratura dantesca, magia numerica ludica e commenti a temi aventi a che fare con le religioni.

L’Autore:
Oltre alla sua attività come matematico e come studioso di didattica della matematica, Bruno D’Amore si occupa professionalmente di critica d’arte (dal 1977 è membro dell’AICA, Association International des Critiques d’Art, con sede a quell’epoca presso il Museo del Louvre); è autore di numerosi studi sull’opera di Dante Alighieri; è stato membro e consigliere del Direttivo Nazionale del Mensa Italia e membro del Super Mensa International dal 1984 al 1994 (ha tenuto varie conferenze plenarie in occasione dei Convegni Nazionali Mensa dal 1984, Roma, al 1990, Desenzano); è stato fra i primi collaboratori del Cicap (Comitato Italiano per il Controllo delle Attività Paranormali) (per vari anni presidente della sezione regionale dell’Emilia-Romagna; ha dato una conferenza plenaria al I Convegno Nazionale Cicap, Padova, 1991); ha pubblicato alcuni libri di narrativa, vincendo due premi nazionali di letteratura: Arturo Loria (2003, Comune di Carpi) e Il Ceppo (2003, Comune di Pistoia); è stato insignito delle cittadinanze onoraria di Castel San Pietro Terme (Bo) e di Cerchio (Aq).
Per i suoi risultati di ricerca e di divulgazione ha ricevuto premi nazionali e internazionali, fra i quali un PhD honoris causa in Social Sciences and Education concesso dall’Università di Cipro; come omaggio alla sua attività gli sono stati dedicati vari libri e 10 convegni, 5 all’estero (Argentina, 2005; Brasile, 2007; Cipro, 2013; Colombia, 2013 e 2018) e 5 in Italia, spesso con pubblicazione degli Atti.
Nel 2018 l’Istituto Italiano di Cultura di Bogotá ha dedicato una biblioteca presso la propria sede a nome di Bruno D’Amore e Martha Isabel Fandiño Pinilla. Dopo essere stato professore ordinario presso il Dipartimento di Matematica dell’Università di Bologna, attualmente è profesor experto titular nel Doctorado Interinstitucional en Educación (DIE) (énfasis matemática), presso l’Universidad Francisco José de Caldas, Bogotá, Colombia, dove dirige tesi di dottorato e detta seminari a studenti di dottorato.